Il Percorso Comune

Nuove tecnologie e diritto all’inclusione sociale delle persone con disabilità

Il progetto “Il Percorso comune: nuove tecnologie e diritto all’inclusione sociale delle persone con disabilità” nasce nel 2008 dalla constatazione che l’uso delle nuove tecnologie nella società, prassi progressivamente diffusa, non lo era ancora per le persone con disabilità.

Questo Vademecum rappresenta uno dei tanti strumenti di comunicazione diretta che abbiamo voluto rendere disponibili nel tempo, senza affidarci alla delega, affinché finalmente si potesse sviluppare e consolidare, anche nel nostro territorio, un’attenzione efficace per la concreta esigibilità del diritto all’inclusione delle persone con disabilità, delle loro famiglie e per il superamento dell’handicap.

Aggiornamenti*

Dal 2008  si sono progressivamente succedute innovazioni legislative e tecnologiche che stanno modificando profondamente il quadro generale della società moderna nonchè all’interno dei vari settori che operano attivamente nei percorsi di inclusione delle persone con disabilità e dei loro familiari.

La Scuola, innazitutto, con la riforma attuata attraverso la Legge 107/2015 e con i decreti attuativi, tra i quali il D.Lgs. 66/2017, come innovato dal D.Lgs. 96/2019, la Sanità, il Welfare sono solo alcune delle aree in cui le profonde innovazioni hanno determinato la necessità di trasformare il nostro progetto originario in un “programma” dinamico, in continuo aggiornamento.

*Emergenza sanitaria COVID -19

Per supportare le Istituzioni scolastiche in seguito all’emergenza sanitaria del COVID -19 è disponibile un canale tematico M.I.U.R. per “L’inclusione via webrivolto ai dirigenti scolastici, personale e insegnanti nei percorsi didattici a distanza per gli alunni/studenti con disabilità.

Anche le pagine del presente Vademecum* sono in continuo aggiornamento, pertanto ci scusiamo per eventuali disagi di transizione.